Crea sito

Autore Topic: Sfida con la cuginetta  (Letto 1822 volte)

ryo

  • Visitatore
Sfida con la cuginetta
« il: 06 Febbraio 2005, 23:00:57 »
Sono nuovamente ioIl forum mi sembra un po' smorto quindi faccio un ulteriore tentativo per ravvivarlo scrivendo un'altra storia!Visto che mi piace cambiare genere di storie questa l'ho ambientata nel recente passato,quando avevo circa 16 anni..

Mi trovavo nella casa di campagna dei miei nonni e aspettavo l'arrivo della mia ragazza Francesca che doveva fermarsi a mangiare come ogni domenica.E come ogni domenica era presente anche la mia cuginetta Jessica,pi? piccola di me di un anno.Eravamo abituati a passare insieme il fine settimana sin da quando eravamo piccoli ed eravamo molto legati. Certo qualche volta litigavamo e molto spesso questo accadeva perch? sia io che lei eravamo molto competitivi e qualsiasi gioco facessimo non volevamo perdere.Anche quel giorno era in vena di sfide e voleva fare una gara di velocit? correndo attorno alla casa.Io chiaramente non ne avevo voglia e tra l'altro pensavo che ormai eravamo troppo grandi per certe cose,ma per farla contenta accettai la sfida.

Come al solito vinsi io,le gare di velocit? le vincevo sempre.Nonostante questo non persi l'occasione per prenderla in giro,tanto in genere stava allo scherzo e non si offendeva.Ma stavolta evidentemente la sconfitta le bruciava e decise di passare al contrattacco dicendo:"S?,bravo,gasati pure..tanto queste sono le uniche gare in cui puoi battermi."La sua risposte non mi piacque affatto e replicai:"B? sicuramente sono pi? veloce di te,ma sono anche pi? forte quindi ti batterei in qualsiasi altra gara,non credi?".In effetti ero un maschio ed avevo un anno pi? di lei,era evidente che le cose stavano cos? ma lei non si arrese:"Vedi,? proprio questo il punto..pensi davvero di essere pi? forte solo perch? sei un ragazzo?Guardati le braccia..non hai un filo di muscoli,perch? non facciamo a braccio di ferro?Sono sicura che ti stenderei in 5 secondi."

Una sfida di quel tipo non poteva essere rifiutata.Era inverno quindi decidemmo di usare il tavolo della mia stanza come "ring";lei portava un maglione quindi non potevo valutare la consistenza dei suoi muscoli,ma in definitiva era solo una ragazzina di 15 anni..Stiamo quasi per cominciare quando sento bussare alla porta:? Fra,la mia ragazza,anche lei sedicenne.L'arrivo di Fra era inaspettato,ma ormai la sfida ? lanciata cos? tendo la mano a mia cugina e la invito a cominciare.Ma Jessica sembra aver improvvisamente cambiato idea,dice che sar? per un'alta volta e che ora ci avrebbe lasciati soli.Interviene per? Francesca,curiosa come sempre di sapere quello che stava succedendo,cos? taglio corto e dico:"Bah..niente di importante,Jessica mi aveva sfidato a braccio di ferro ma a quanto pare ha cambiato idea.Probabilmente ha capito che non poteva farcela.ah ah ah!".La mia risata fa andare mia cugina su tutte le furie,con un movimento repentino torna sui suoi passi e si siede al tavolo dicendo:"Come vuoi..volevo evitarti una sconfitta sotto gli occhi della tua ragazza,ma se sei cos? sicuro di vincere accomodati!"

A questo punto era in ballo il mio onore,non potevo perdere davanti a Fra.Cos? mi siedo,conto fino a tre e comincio a spingere con tutta la forza sperando di vincere in pochi secondi.Ma non fu cos? purtroppo,il braccio di mia cugina non si muoveva di un millimetro,mentre lei mi osservava con un sorrisetto beffardo.Con la coda dell'occhio vedevo(e sentivo)Fra che faceva disperatamente il tifo per me,ma pian piano si accorse anche lei che non ce la facevo.Jessica si stava limitando a resistere ai miei attacchi e dava l'impressione di riuscirci col minimo sforzo,simulando addirittura degli sbadigli!Era terribilmente umiliante ma per quanta forza ci mettessi lei resisteva.Fra intanto aveva smesso di incitarmi,mi osservava con compassione come a dire che me l'ero cercata..

Jessica intanto cominci? a spingere ed il mio braccio si avvicinava inesorabilmente alla sconfitta.Mentre io ce la mettevo tutta per resistere mia cugina chiaccherava tranquillamente con la mia ragazza,parlando del pi? e del meno.Ad un certo punto Jessica le pone l'inevitabile domanda:"Ehy Fra,cosa si prova a vedere il proprio ragazzo battuto in questo modo?"La mia ragazza poveretta non sapeva cosa rispondere ma Jessica rincar? la dose:allentando la forza sul mio braccio mi permise di tornare nella posizione di partenza e poi fino quasi a batterla,fermando il suo braccio a 2 centimetri dal tavolo!Quindi rivolta a Fra disse:"Ho deciso di dargli un'ultima possibilit?:gli lascio 10 secondi in questa posizione,dopodich? user? tutta la mia forza.10...9...dai,non ce la fai nemmeno cos??8..."Infatti non ce la facevo,usavo tutta la forza che avevo in corpo ma quel braccio non si muoveva!La mia ragazza intanto supplicava Jessica:"Non farlo,gli spezzerai il braccio!Sei troppo forte per lui..".Ma mia cugina non ebbe piet?,passati i dieci secondi mi mand? un bacio schioccando le labbra e disse:"Tempo scaduto,puoi dire addio al tuo braccino!".In un attimo venni travolto dalla sua forza esplosiva e lanciai un urlo di dolore mentre il mio braccio veniva fracassato sul tavolo.Se non era rotto comunque era devastato..

Fra era rimasta a bocca aperta e osservava mia cugina quasi con ammirazione:"Jessica...sei fortissima!Lo hai distrutto..ma come hai fatto?" Mia cugina non le rispose,semplicemente si tir? su la manica del bicipite destro e fece un "flex" da infarto.Fra le tocc? il bicipite e poi rivolto a me disse:"Da non crederci ? durissimo,poverino non avevi speranze.."
E Jessica aggiunse:"Gi?,non ne aveva proprio..tra l'altro io sono mancina! Quando vuoi la rivincita cuginetto chiamami pure,ora vi lascio soli."

Fra era ancora pi? sconvolta:"Ti rendi conto?Mancina...cio?,ti ha battuto col suo braccio debole!Se avesse usato il sinistro...probabilmente ora saresti in ospedale con una spalla lussata,ti ? andata bene!"Le battute di Fra in quel momento non mi facevano per niente ridere ma aveva ragione purtroppo..