Crea sito

Autore Topic: La storia di Anna  (Letto 15452 volte)

Offline mastro1234

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 464
    • Mostra profilo
Re:La storia di Anna
« Risposta #15 il: 17 Ottobre 2016, 01:41:05 »
Ad Anna parse un qualcosa di strano anche appena la vide da lontano, sembrava aver cambiato look ed essere più sexy.
Quindi Francesca si tolse il giubetto e rimase con una maglia attillata rosa.
Era magra di braccia, ma sembrava scorgere qualche rialzo dalla maglia, erano muscoli!
Subito Anna rimase un po allibita e poi chiese un po della sua vita visto che non si parlavano da un bel po di tempo.
Francesca le raccontò i soliti fatti giornalieri , amorosi e poi iniziò a parlare della nuova palestra in cui andava.
Anna la fermò:"vedo che ti ha fatto molto bene il cambio di palestra", indicando le sue braccia.
E lei:" eh si , mi si iniziano a vedere i primi muscoletti, sia di braccia che di gambe, se vedi la mia schiena ora ti spaventi ahaha e inoltre
ti devo mostrare una sorpresa".
Detto questo si alzò su la maglia fino a scoprire tutta la pancia e disse:" in questi mesi di palestra guarda cosa sono riuscita ad ottenere!"
Anna non se lo aspettava per niente , la sua amica aveva una tartaruga che faceva invidia a una ginnasta!
 rimase sconvolta perchè l'estate prima quando la vedeva al mare aveva solo la pancia piatta!
E Francesca:" adesso sembrano a tartaruga perchè li sto tirando , altrimenti si vedono di meno".
Intanto alcune persone del bar si girarono a guardare la scena in modo interessato.
Anna le chiese:"ma non avevi detto che non volevi i muscoli e volevi soltanto rimanere tonica?"
Le rispose:" fino a poco tempo fa si, però ho cambiato idea vendendo quella tua amica personal trainer della tua palestra , perchè con quei muscoli mi piace un sacco!
Poi in quest'altra palestra ho conosciuto un altro personal traine che mi segue ogni volta, infatti devo a lui il merito di questo fisico!
Inoltre ho scoperto che piaccio di più a mio marito, un paio di settimane fa  tornai dalla palestra molto tardi , appena dopo aver fatto gli addominali ed ero in reggiseno sportivo , lui era appena tornato da lavoro
e lo vidi a bocca aperta, e subito dopo si avvicinò a me e mi disse se stavo diventando la sua piccola wonder woman, toccandomi gli addominali tosti per lo sforzo in palestra e ora quasi ogni giorno mi chiede di mostrare i miei progressi e io lo faccio molto volentieri"
Anna era contenta che la sua amica avesse una passione in comune ma le rivelò di non voler diventare troppo grossa.
Poi francesca disse:"anche tu vedo che hai continuato alla grande gli allenamenti , hai il doppio dei miei muscoli a momenti! A tuo marito piace?"
Lei rispose:" dovrebbe tornare a giorni lui, ma giá la volta scorsa che mi aveva visto era rimasto impressionato dalla mia nuova forma fisica, chissá cosa dirá appena mi vedrá come sono ora, mi sono ingrossata parecchio, guarda che braccia!"
E senza flexare fece ammirare a Francesca il duro lavoro di bicipiti e tricipiti a cui si era sottoposta in palestra .
Le due amiche si salutarono e tornarono alle proprie giornate.
Di li a poco sarebbe tornato il marito di Anna e lei era ansiosa di sapere come reagirá alla vista del suo nuovo fisico pompato.

Offline mastro1234

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 464
    • Mostra profilo
Re:La storia di Anna
« Risposta #16 il: 16 Giugno 2019, 22:28:14 »
Purtroppo Anna ricevette una chiamata dal marito, che le disse che sarebbe dovuto rimanere sulla piattaforma altri due mesi di fila , perché una volta accettata questa proposta avrebbe ricevuto una promozione. Anna questo non se lo aspettava, aspettava da molto tempo il momento di rincontrarsi con Giovanni, ma si dovette rassegnare alla notizia.
L'unica cosa positiva che le veniva da pensare è che nei successivi 2 mesi potesse migliorare il suo fisico ancora di più.

Inoltre era anche più motivata nel conseguire i suoi obiettivi, visto che anche l'amica Francesca adesso aveva messo su massa muscolare e addirittura le erano spuntati fuori gli addominali, ormai era una sfida per lei.

Nei giorni successivi cambiò di nuovo la scheda (ovviamente scritta da Benedetta) , sempre con allenamenti più stancanti ed efficaci, inoltre seguiva benissimo la dieta a cui si era sottoposta, infatti il grasso in eccesso piano piano diminuiva.
Benedetta dovette fare un corso di aggiornamento di 2 settimane e mezzo in un'altra palestra quindi Anna in quei giorni dovette fare a meno del suo aiuto.

Gli esercizi nuovi erano molto più difficili, infatti la prima settimana di scheda nuova è stata per lei molto stancante e dovette ridurre i giorni di palestra a 3 alla settimana perchè aveva bisogno di un giorno di riposo tra un allenamento e l'altro, consigliato dalla personal trainer.
Erano esercizi che consistevano in basse ripetizioni ma con alti carichi e questo era proprio il tipo di allenamento che piaceva ad Anna, arrivò a sollevare persino 12 kg con i bicipiti e alla lat machine 65-70 kg.
ogni giorno però tornava a casa distrutta e non riusciva più a fare i suoi allenamenti extra, però notava sul suo corpo dei miglioramenti esponenziali, soprattutto nelle gambe e le proteine post allenamento davano i suoi frutti.

Passarono 3 settimane e la palestra che in genere restava aperta quasi sempre, dovette chiudere per dei lavori di ristrutturazione , quindi siccome non vedeva da molto Benedetta, le venne in mente di invitarla una mattina per un caffè a casa sua e poi magari uscire a fare una passeggiata.
Benedetta accettò l'invito , e si fece dare l'indirizzo per poterla raggiungere.
Entrò dentro casa di Anna complimentandosi per l'arredamento e la pulizia e notò che aveva anche la sbarra per trazioni e l'attrezzatura per TRX siccome Anna non riusciva mai a stare ferma e si allenava a casa nei momenti di noia.

Quel giorno Benedetta era tutta truccata e ben acconciata (per Anna era la prima volta vederla in quel modo perchè in palestra ovviamente non si truccava) ed era molto più bella del solito.
Indossava una maglietta a maniche lunghe aderente rossa che lasciava un po' di schiena scoperta e dei jeans attillati, questo look risaltava ancora di più i suoi muscoli soprattutto gli addominali visto che era una maglietta leggera.

Anna quando la vide ebbe una strana reazione, infatti rimase a bocca aperta davanti a tutta questa bellezza e Benedetta visto il silenzio misto a imbarazzo, anche perché era la prima volta che si vedevano al di fuori della palestra, fece qualche battutina per sbloccare la situazione.
Anche Anna era truccata , ma di look era molto carente, indossava una maglia larga a maniche lunghe con sotto una canotta bianca e dei leggins neri.
Dopodiché la invitò a sedersi in cucina mentre metteva il caffè a bollire,  si misero a parlare del più e del meno  e delle loro vite sentimentali. Benedetta era single da pochi mesi mentre Anna disse che era molto innamorata del marito anche se non lo vedeva praticamente mai, però sapeva già che fosse una cosa temporanea il lavoro in piattaforma .

Il caffè bollì e Anna si alzò per versarlo nelle tazzine, nel frattempo Benedetta messaggiava al cellulare.
Ad Anna venne in mente di fare uno scherzo, mentre era distratta col telefono prese la sedia dalle gambe e la alzò da terra per più di un metro, senza far cadere Benedetta che si impaurì e poi subito dopo si mise a ridere.
Rimase stupita da tanta forza, perchè essendo molto muscolosa Benedetta pesava sulla settantina ma Anna la alzò con molta facilità.
Mentre portava il caffè a tavola disse : "Visto come sono diventata forte?" e Benedetta : "la scheda nuova vedo che funziona benissimo allora, io peso 74 kg ma mi hai alzato come se fossi una piuma, complimenti!"

Anna rispose :" Questo perchè ora sollevo molto di più in palestra, però ovviamente con basse ripetizioni , ma ho notato che sono diventata molto più forte , adesso aprire i barattoli chiusi troppo stretti è una passeggiata, non ho più bisogno dell'aiuto di mio marito ahaha e inoltre credo che possa sollevare facilmente anche lui visto che pesa 80 kg".
A Benedetta in quel momento venne un'idea , e disse:" Anna , ma quella sbarra per le trazioni regge ? perchè voglio che tu provi a fare una cosa, dovresti provare a fare almeno 2 trazioni con me che mi attaccherò con le gambe al tuo bacino, come i video delle fit couple".

Anna aveva presente a cosa si riferisse e accettò la sfida , però visto che aveva una maglia ingombrante se la tolse e rimase in canotta bianca.
Benedetta rimase sbalordita, le spalle ,i bicipiti, i tricipiti e i dorsali erano cresciuti ancora di più e lo strato di grasso che c'era prima era diminuito grazie alla dieta, quindi era più definita dell'ultima volta che l'aveva vista.
Anna disse:"Bhe, adesso quella rimasta a bocca aperta sei tu? ahahah dai aggrappati a me che ti faccio vedere come si fanno le trazioni".
Benedetta ridendo si aggrappò con le gambe al bacino di Anna e con le mani alla schiena , che adesso era piena di muscoli.
Iniziò l'esercizio, 1.. 2...3...4 ... e con fatica anche 5! era riuscita a fare 5 trazioni con 74 kg aggiuntivi al suo corpo.
Fece scendere Benedetta che era super sbalordita e adesso si sentiva piccola di fronte a lei .
La personal trainer le disse :" sei fortissima, non mi aspettavo che riuscissi a farne nemmeno una, figurati 5!"
Anna rispose col fiatone:" grazie, è stato difficile però , è un'esercizio che dovremo rifare, secondo me potrei migliorare ancora".
E mentre lei stava ancora riprendendo fiato le chiese:" scusa ma sono curiosa di una cosa, mi fai vedere il bicipite?penso che adesso sia molto più grande" ed Anna tutta soddisfatta mostra la sua pagnotta, senza vene visibili ma un bicipite grande quasi quanto la testa sua .
A quel punto Benedetta lo tasta e non riesce a prenderlo con tutte e due le mani per quanto è duro e grande , la sua eccitazione salì.

Anna però subito dopo disse :" la cosa che ancora non mi piace del mio corpo è che gli addominali non si vedono ancora... " scoprendosi la pancia "... guarda si sentono ma non si venono, non sono come i tuoi che si intravedono addirittura sotto le maglie"
Benedetta rispose: " ma tranquilla quelli ci mettono sempre più tempo a spuntar fuori, ma intanto guarda i tuoi muscoli, sono impressionanti, adesso sono molto più grandi dei miei" e nel frattempo continuava a toccarle il braccio e la schiena.

Anna che in quel momento approfittò della situazione chiese:" ti posso chiedere una cosa? visto che prima io ti ho mostrato il mio bicipite adesso mi fai vedere i tuoi splendidi addominali? altrimenti sarebbe una cosa non equa ahah".
Benedetta ridendo si alzò la maglietta attillata fino al seno e contrasse gli addominali, come sempre aveva una tartaruga super pompata ed Anna tastò tutti i tassellini e passò la mano su e giù.
Benedetta chiese con aria maliziosa:" ti piacciono tanto vero? però adesso vorrei toccare di nuovo il tuo bicipite , ormai ci ho preso gusto ahaha".
Anna flettè il bicipite e subito Benedetta ci si avvinghiò ma con l'altra mano non smise di staccarla da quella pancia marmorea .
Anna , presa dal momento si girò di schiena e flettè entrambi i bicipiti e i dorsali dicendo:"E questo è tutto merito tuo visto che mi hai scritto la scheda, puoi toccare se ti piacciono tanto i miei nuovi muscoli ahah"
A quel punto Benedetta senza dire niente si spogliò, si tolse la maglietta e i leggins e in pochi secondi rimase solo in reggiseno e mutande.
Visto che non rispondeva, Anna si girò verso l'amica, era una visione paradisiaca , muscoli scolpiti ovunque ,  culo di roccia e quadricipiti gonfi.
Subito dopo senza avvisarla , Benedetta le diede un bacio in bocca, con lingua.

 Anna intanto pensava di stare sognando ma appena tornò nel mondo della realtà la prese in braccio , la portò sul letto e si spogliò anche lei, però senza mutande e reggiseno.
Intanto Benedetta la guardava spogliarsi con aria da bambina innocente , ma non ce la fece più a resistere alla visione di quei muscoli pompati , soprattutto la schiena e le braccia , infatti le saltò addosso immediatamente.
Fecero sesso, per 2 ore , senza dire niente ma ansimando e toccarsi i muscoli a vicenda.
Alla fine di tutto venirono tutte e due , con le dita, e si rilassarono sul letto matrimoniale.

Benedetta si scusò :"scusami ma non ce la facevo più a resistere, sei diventata stupenda, amo i tuoi muscoli e non ho saputo fermare gli ormoni".
Anna rispose :" ti devo confessare una cosa, era da tempo che provavo strane sensazioni per te, quindi anche io non ho saputo resistere, però vorrei che questo resti un segreto tra noi okay?".
Benedetta ci rimase un po' male ma comprese la situazione visto che Anna era sposata inoltre pensava anche di non provare attrazione sessuale per le donne, allora affermò sorridendo.
A quel punto visto che era ora di pranzo mangiarono insieme e poi si salutarono , ognuna pensando a ciò che avevano combinato.

A Benedetta la situazione eccitava molto , infatti sperava in futuro di replicare, ma Anna essendo ancora innamorata di Giovanni voleva lasciarsi nel dimenticatoio l'accaduto, anche se provava forte attrazione e pensava sempre a quella tartaruga durissima e di quanto volesse ancora ripetere l'esperienza, ma cercava anche di reprimere quei pensieri.

I giorni successivi non si parlarono più però si salutavano in palestra e si guardavano a vicenda da lontano.
Anna notò che in questo modo si distraeva molto dai suoi allenamenti, allora decise di cambiare palestra e di andare da quella della sua amica Francesca...

Offline zyxww

  • Beginner
  • Post: 27
    • Mostra profilo
Re:La storia di Anna
« Risposta #17 il: 17 Giugno 2019, 11:55:05 »
Molto molto bene, grazie mille!

Offline fitnessizzato

  • Beginner
  • Post: 41
    • Mostra profilo
Re:La storia di Anna
« Risposta #18 il: 17 Giugno 2019, 16:51:00 »
davvero bellissima, spero tu vada avanti presto :)

Offline fitnessizzato

  • Beginner
  • Post: 41
    • Mostra profilo
Re:La storia di Anna
« Risposta #19 il: 24 Luglio 2019, 01:45:09 »
Non vedo l'ora di leggere del ritorno del marito : )

Offline mastro1234

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 464
    • Mostra profilo
Re:La storia di Anna
« Risposta #20 il: 11 Agosto 2019, 19:43:41 »
Mancavano circa 3 settimane al ritorno di Giovanni, Anna sperava che incontrandosi di nuovo di persona si riaffiorasse la fiamma del loro amore e voleva anche essere certa che il rapporto sessuale con Benedetta fosse accaduto solo per l'assenza prolungata del marito.
Anna era molto dispiaciuta di aver cambiato palestra perché ci si trovava molto bene, ma doveva farlo soprattutto per salvare il suo matrimonio e per dimenticarsi di Benedetta e dell'opportunità di averla in qualsiasi momento lei volesse.
L'unica consolazione è che almeno avrebbe passato più tempo con la sua amica Francesca che effettivamente negli ultimi tempi aveva trascurato e si erano perse un po' di vista.
Francesca venne a conoscenza del suo cambio di palestra, quindi le disse che potevano allenarsi insieme dato che anche lei da un po' di tempo si allenava in sala pesi senza seguire i corsi.

Decisero di incontrarsi verso le 10 di mattina e visto che non abitavano così lontane, Francesca passò da Anna per darle un passaggio con la sua auto. Tutte e due erano molto eccitate all'idea di allenarsi insieme, non c'è niente di meglio che condividere una passione con una propria amica.
Quella mattina faceva un po' freddo, tutte e due indossavano giacche mediamente pesanti.
Alla fine del viaggio arrivarono nella palestra, era molto moderna e quasi migliore rispetto quella frequentata da Anna.
Gli spogliatoi erano una specie di cabine, ognuno con una propria doccia, così da poter avere più privacy.
Anna decise di indossare per la prima volta per un allenamento un top bianco che lasciava scoperta gran parte della pancia. Prima di allora si vergognava ad indossare dei top per via del grasso ma adesso aveva raggiunto una buona percentuale di massa grassa, infatti le si intravedeva un principio di addome.
Per quanto riguarda la parte inferiore del corpo, decise di indossare dei leggins lunghi grigi.
Uscì dallo spogliatoio per rintracciare la sua amica ed iniziare il loro allenamento ma appena si incontrarono rimasero tutte e due a bocca aperta.
Anche Francesca aveva un look molto simile a quello di Anna, indossava un top che lasciava scoperta proprio tutta la pancia e dei leggins neri. Il motivo per cui rimasero tutte e due a bocca aperta non riguardava l'abbigliamento ma i muscoli.
Francesca era sbalordita osservando i miglioramenti dell'amica, ma anche lei aveva fatto molti progressi dall'ultima volta che si erano incontrate.
I suoi addominali erano arrivati quasi al livello di Benedetta, le gambe erano più pompate e la parte superiore del corpo super definita.
A quel punto Anna parlò per prima :"Ma.. ma.. Francesca, che ti è successo? Non avrei mai immaginato che saresti diventata così muscolosa, mi dicevi sempre che non volevi diventarlo..".
e Francesca:"Si, prima la pensavo così, ma poi vedendo che facevo progressi molto velocemente e mi iniziava a piacere l'idea di avere un corpo muscoloso, ho deciso di impegnarmi molto di più nella palestra e in più ho deciso di prendere come idea di corpo perfetto da raggiungere, quello della tua ex personal trainer Benedetta! Inoltre a mio marito piacciono molto i miei muscoli, mi chiede sempre di poterli toccare ahaha.
Ma invece tu.. sei diventata grossissima rispetto a come eri pochi mesi fa! Ma come ci sei riuscita? ".
Anna rispose: "ehh molto impegno e dedizione abbinati a una dieta iperproteica che devo dire funziona alla perfezione! Dai iniziamoci ad allenare adesso che abbiamo gli stessi obiettivi!"
Decisero di fare lo stesso tipo di allenamento, con la differenza che Anna sollevava molto più peso rispetto Francesca.
Quel giorno allenarono petto, bicipiti e addominali. Francesca era ancora stupita del nuovo fisico dell'amica, infatti quando toccava a lei eseguire l'esercizio la ammirava alzare quei pesi assurdi.
I suoi muscoli si gonfiavano e si sgonfiavano al ritmo delle ripetizioni ed ogni volta che aumentava il peso sembrava che i suoi muscoli si pompassero ancora di più.
Al termine dell'allenamento di petto e bicipiti, Anna fu presa da un momento di narcisismo e iniziò a flettere i bicipiti allo specchio, mentre quasi tutti nella palestra rimasero a bocca aperta.
Francesca disse:" Adesso sei diventata anche vanitosa eh? ahahah guarda i miei come sono diventati". Detto così, anche lei flesse i suoi bicipiti; le pallette c'erano ed erano molto grandi e definite, ma nulla avevano a che vedere con quelli di Anna che sembravano quasi il doppio.
Anna fece notare che fossero più piccoli rispetto a quelli suoi, ma Francesca disse:" Avrò anche meno muscoli alle braccia ma il mio punto forte sono gli addominali ahahah adesso che iniziamo con le serie di addominali ti do una dimostrazione".
Anna aveva notato che la sua tartaruga era molto più pompata rispetto l'ultima volta, infatti anche se non induriva la pancia la scacchiera si vedeva molto.
Per dimostrare la sua forza, Francesca si appese con le gambe alla sbarra per le trazioni e iniziò a fare i crunch a testa in giù.
Rimase a guardare senza dire una parola, non tanto per la difficoltà dell'esercizio ma perchè era riuscita a farne 50 consecutivi!
Appena scese giù dalla sbarra tutta soddisfatta disse col fiatone :"Che te ne pare adesso amica? li riusciresti a fare anche tu?  ahaha".
I suoi addominali erano ancora più pompati di prima per via dello sforzo, allora Anna, ancora sbalordita, ne approfittò:"Grandissima! hai degli addominali spettacolari!" e nel mentre iniziò a toccarglieli passando la sua mano su tutti i cubetti.
Francesca si sentiva forte, non aveva mai avuto quei muscoli ed adesso non vedeva l'ora che qualcuno le si complimentasse o le chiedesse di toccarli.
Ad Anna salì di nuovo una forte eccitazione nel momento in cui tastava quella tartaruga di marmo e le riaffiorarono alla mente i ricordi dell'episodio avvenuto con Benedetta.
A quel punto smise di toccarli in modo da non pensare alla sua ex personal trainer e per non far notare che era attratta dalla sua nuova tartaruga.
Disse:"Mi piacerebbe averli come i tuoi.. però guarda, anche i miei piano piano stanno uscendo fuori".
Detto questo Anna indurì gli addominali, si vedevano pochissimo però sembrava avere una pancia dura come la pietra.
Nel frattempo Francesca li toccava e si complimentava del suo cambiamento fisico.
Anna a quel punto la sfidò:" Secondo me sono più duri dei tuoi, dammi un pugno sulla pancia , però dammelo forte altrimenti è troppo facile ahaha".
Francesca divertita caricò il pugno e la colpì mediamente forte. Anna non si mosse di un millimetro e le disse:"Ma questo è un pugno tirato da una bambina, dai mettici tutta la potenza, non mi farò male"
Allora Francesca stavolta fece sul serio e ci mise tutta la forza che aveva.
Al momento dell'impatto però ottenne lo stesso risultato di prima, cioè Anna rimase immobile come un muro mentre rideva compiaciuta, i suoi addominali erano veramente fatti d'acciaio!
Francesca si massaggiò il polso, leggermente dolorante e si complimentò con lei, però non soddisfatta replicò:"Dai adesso tocca a te, vedrai che i miei addominali sono più resistenti dei tuoi, però mettici anche tu tutta la potenza".
Anna vedendo che i suoi addominali erano molto definiti e pompati era certa che riuscisse a resistere, allora accettò.
Caricò il pugno al massimo della sua forza e colpì l'amica. Francesca al momento dell'impatto venne sbalzata di almeno un metro!
Anna tutta preoccupata soccorse l'amica che non si era fatta niente perchè i suoi addominali erano veramente molto resistenti, soltanto che la sua forza era riuscita a sbalzarla via.
Anna rimase incredula, non pensava di avere in se tutta quella forza e neanche Francesca, era arrivata a un livello che difficilmente raggiungono i bodybuilder uomini.
Dopo la sfida si fecero tutte e due la doccia, si cambiarono i vestiti, entrarono in auto e
Francesca riaccompagnò l'amica a casa.
Quella sera Anna riflettè sulla giornata appena trascorsa e si rese conto che era attratta dai muscoli femminili più di quelli maschili, soprattutto gli addominali le facevano salire una forte eccitazione, ma lei cercava comunque di reprimere quei pensieri.
Nei giorni successivi Anna si allenò molto duramente, riuscendo ad aumentare persino i pesi; l'allenamento con Francesca la spronava a migliorare sempre di più perchè tra le due era nata una sorta di competizione.
Vedendo Francesca ,ogni giorno di allenamento ,che indossava sempre dei top per esibire i suoi addominali granitici non poteva che tornarle ogni volta in mente Benedetta.. era un pensiero fisso a tal punto che per debolezza quasi ogni sera andava a sbirciare sul suo profilo Facebook le sue foto e si masturbava guardandole.
Anna era combattuta dentro di se, non riusciva a togliersi di mente quella ragazza, una parte di se voleva fortemente rivederla e un'altra parte cercava di evitarla.
Mancavano due giorni all'arrivo di Giovanni e lei non vedeva l'ora di poterlo riabbracciare e mostrargli i suoi enormi risultati degli ultimi mesi.
Francesca chiamò al cellulare Anna e le propose per il giorno seguente di fare un allenamento all'aperto , per sfruttare il caldo di quei giorni, invece del solito allenamento in palestra.
Nonostante ad Anna non piacesse molto allenarsi all'aperto, siccome non avrebbe avuto a disposizione i suoi amati pesi, accettò la proposta.
La mattina seguente Francesca passò a prendere Anna con la sua auto, ma non si diressero subito al parco dove c'erano gli attrezzi.
Anna allora chiese:"Fra, ma non andiamo al parco che conosciamo? era dall'altra parte" e Francesca:" si, andiamo lì perchè è il migliore, soltanto che prima passo a prendere una persona che conosci molto bene anche tu, non te l'avevo detto ieri?" .
Anna rispose:"Ehm.. no, ma chi è? una nostra amica?" e mentre diceva questo la pervase un brutto presentimento.
Francesca:"Si, è Benedetta, noi due siamo diventate amiche negli ultimi tempi, poi sapevo anche che voi avevate un buon rapporto visto che era la tua personal trainer!".
Anna si ammutolì, non aveva la minima idea che Francesca e Benedetta fossero amiche, però ormai era troppo tardi per inventarsi una scusa per andarsene.
Francesca:" Anna, che hai? mica voi due avete litigato?".
Anna:"Nono, scusami ho ancora un po' di sonno, ecco perchè non ho risposto subito ahaha".
Ormai Anna si trovava costretta a rivederla, proprio un giorno prima di rivedere suo marito, aveva una paura matta dei suoi sentimenti.
Dopo un po' arrivarono a casa di Benedetta, che si fece già trovare in strada.
Era vestita con una canotta attillata molto provocante viola e leggins cortissimi, fino al sedere, grigi.
Aveva i capelli raccolti e sembrava anche più bella e muscolosa del solito.
Anna la vedeva come una dea, non ricordava che fosse così bella, si era addirittura messa un po' di trucco.
Benedetta entrò in auto e disse:"Ciao a tutte! Anna, da quanto tempo non ti vedevo, sei in formissima complimenti!".
Finiti i convenevoli Francesca disse:" Scusa Anna, mi ero dimenticato di dirtelo che ci sarebbe stata anche Benedetta, però a lei l'avevo detto che oggi eravamo noi tre , almeno una delle due lo sapeva ahaha".
Quindi Benedetta era a conoscenza del fatto che avrebbe passato una mattinata con Anna e non solo, si era anche messa in tiro; ciò stava a significare che provava ancora qualcosa per Anna.
Fino a quel momento Benedetta si comportò come se nulla fosse, mentre Anna pareva molto fredda nei suoi confronti.
Arrivarono tutte e tre al parco e iniziarono il riscaldamento con una corsetta. Benedetta intanto ne approfittò per correre vicino ad Anna e iniziò a parlarle...

Offline Lobo

  • Newbie
  • *
  • Post: 168
    • Mostra profilo
Re:La storia di Anna
« Risposta #21 il: 11 Agosto 2019, 22:29:19 »
Storia bellissima!

Offline mastro1234

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 464
    • Mostra profilo
Re:La storia di Anna
« Risposta #22 il: 18 Novembre 2019, 23:05:46 »
Benedetta a quel punto parlò: "So che non mi vuoi vedere più, hai cambiato anche palestra, però volevo dirti che mi sono decisa di accettare la realtà,tu sei sposata e io non mi posso permettere di intromettere in una relazione così bella come la vostra, quindi se per te va bene vorrei comunque rimanere tua amica perchè mi dispiacerebbe perderti del tutto".

Anna rimase un po' in silenzio, anche lei non voleva abbandonarla completamente, però dopo ciò che era accaduto, costruire un rapporto di amicizia poteva risultare complicato, ma in quel momento si sentì di dire: "Va bene Benedetta, ammetto che anche io non ti voglio completamente perdere, perchè sei molto simile a me e saresti veramente una buona amica, quindi se sei d'accordo con me buttiamoci dietro tutto ciò che è successo e continuiamo ad essere amiche, non sarà facile dimenticare ma dovremo fare cosi..."

In quel momento si sente da lontano Francesca: "Ehi voi due, avete finito di confabulare? non mi escludete ahahah" e le raggiunse con uno scatto, perciò Anna e Benedetta fecero finta di parlare di altro.
Anna adesso era su di morale dopo essersi chiarita con Benedetta e sembrava molto meno fredda rispetto all'inizio della giornata.
Alla fine del riscaldamento si radunarono nell'area attrezzi che al momento era occupata anche da altri ragazzi.

Quel giorno c'era molto sole e faceva caldo, i 10 minuti di riscaldamento si erano fatti sentire ed avendo ancora indosso maglie a maniche lunghe, erano già sudate tutte e tre.
Anna purtroppo si era portata una maglia a maniche lunghe con sotto un top molto striminzito e provocante, non pensava che ci fossero anche altri ragazzi in quel parchetto perchè era sempre desolato, ma con l'arrivo del caldo non aveva calcolato l'imprevisto della presenza di altre persone e in più non aveva previsto la presenza di Benedetta.
Per questo motivo si vergognava di rimanere solo con quel top, però si doveva togliere assolutamente la maglia perchè era zuppa, quindi chiese all'amica Francesca se in macchina avesse altre magliette a maniche corte o anche canotte.

Lei rispose:"Certo, tengo sempre in macchina dei ricambi extra, però ho solo una maglietta a maniche corte
e non so se ti possa andar bene, visto che hai quasi il doppio dei miei muscoli, però quella è di taglia L, potrebbe entrarti".
Anna allora disse:"se mi dai le chiavi me la vado a provare in macchina tua, ritorno subito" e nel frattempo per aspettarla, Benedetta e Francesca continuarono  a fare riscaldamento.
Arrivata alla macchina aprì il cofano e trovò la maglietta, sembrava quasi della sua taglia ma era poco elasticizzata, entrò in macchina per cambiarsi e la indossò, sembrava starle molto stretta nella parte del dorso e le spalle, ma di braccia andava bene.
Tornò dalle due amiche che intanto si erano tolte gli indumenti lunghi rimanendo solo con dei toppini, esibendo tutte e due addominali fantastici.

Francesca disse: "Vedo che ti sta quasi bene, per fortuna ultimamente ho dovuto cambiare il mio guardaroba, visto che alcuni vestiti non mi entravano più per  via dei miei miglioramenti, soprattutto i jeans non mi stanno più per colpa di questi quadricipiti ahahaha" a quel punto li flesse, si erano gonfiati tantissimo!
Benedetta subito si complimentò:"Wow ma li hai quasi come i miei! con la differenza che io mi alleno da molti più anni di te, complimenti, non me l'aspettavo!"
Allora Francesca si gasò sempre più:"Toccate quanto sono duri! Vi racconto un episodio successo qualche giorno fa, stavamo mangiando insieme io e mio marito, lui mise la  mano sulla mia coscia, allora io senza dirgli niente tiro in su la gamba flettendo il quadricipite, lui che stava sorseggiando un bicchiere d'acqua, sputò tutto per terra rimanendo sbalordito! Non riusciva a tastarlo con una mano perchè era troppo gonfio e duro, questa cosa l'ha eccitato da morire!!"
E ancora Benedetta, toccando la gamba:"Bhe ci credo, è proprio durissimo, non immagino che quadricipiti avrai se continuerai ad allenarti così!"
Francesca continuò tutta felice:"E non solo, guardate anche i miei polpacci, prima di iniziare palestra mi si vedevano già, ma adesso mi sono spaventata di come sono diventati! E quando mi metto i tacchi sembrano esplodere ahaha".
Detto questo si girò verso le due amiche in punta di piedi per mostrarli loro ed effettivamente erano due polpacci enormi in proporzione al suo corpo, con tanto di scalino ben evidente.
Benedetta si complimentò ancora e disse:"Ma Francesca!! Quanto sei migliorata! Spero tu un giorno voglia fare gare di fitness, perchè se il tuo corpo risponde così bene agli allenamenti riuscirai ad avere risultati ancora più soddisfacenti, ti potrei allenare anche io personalmente così ti posso insegnare anche le varie pose."
Francesca sembrava interessata, però non aveva dato una risposta sicura.

Nel frattempo Anna era rimasta in silenzio, stranita dai comportamenti narcisisti dell'amica, inoltre Benedetta non la stava più considerando, anche perchè a lei non aveva mai fatto tutti quei complimenti... sapeva che i suoi muscoli erano più grandi e definiti di quelli di Francesca, però volle rimanere in disparte, lasciando sfogo al momento di "gloria" della sua amica.
Anna interruppe le chiacchiere incitando le amiche ad iniziare l'allenamento; esso consisteva in: flessioni, dip, esercizi per gambe a corpo libero, addominali ed esercizi  per la perte superiore del corpo alle sbarre.
Tutte e tre sembravano essere allo stesso livello, fecero quindi lo stesso numero di serie e ripetizioni.

Dopo l'allenamento delle gambe Francesca fa:"Guardate guardate! ogni volta che alleno le gambe si induriscono senza fletterle! Guardate, sembrano davvero grandi!" dicendo questo nel frattempo si toccava le cosce, e Benedetta disse:"E si è normale, perchè ogni volta che alleni un gruppo muscolare c'è una fase di pump, cioè una fase in cui il muscolo si gonfia, però è solo una cosa temporanea. E comunque posso dire che quasi invidio le tue gambe, io per farle crescere come le tue ho dovuto aspettare molto tempo e allenarle molto duramente!".
Fancesca dopo questi complimenti era andata in brodo di giuggiole, ci stava prendendo gusto a riceverli, mentre Anna non parlava, le dava tanto fastidio il comportamento della sua amica, perchè andando in palestra con lei non aveva mai notato questi atteggiamenti. Perchè faceva così? E perchè proprio mentre era presente Benedetta??

Continuarono il loro allenamento, passando alla parte degli addominali.
Francesca subito iniziò a parlare:"Finalmente la parte che mi piace di più, gli addominali!"
Benedetta, sai negli ultimi tempi ho cercato di mangiare bene e di allenare gli addominali tutti i giorni, anche quando non andavo in palestra, proprio per averli come i tuoi e non per vantarmi ma devo dire che ci sto riuscendo, guarda la mia piccola tartarughina".

Flesse gli addominali, ma al posto di una piccola tartaruga tirò fuori una bella scacchiera, tutta cesellata, si vedeva comunque anche quando era rilassata, ma quando la fletteva era un qualcosa di granitico!
Benedetta rispose:"Bravissima! sono quasi come i miei! Fra, sei proprio stupenda, tuo marito lo vuoi far proprio impazzire allora ahaha!"
A un certo punto Benedetta disse ad Anna:"Anna, mi puoi fare un favore? ci fai una foto mentre tiriamo gli addominali? la voglio postare sui social perchè i suoi sono veramente impressionanti."
Anna tutta scocciata rispose positivamente e scattò la foto, ma adesso aveva raggiunto l'apice del nervosismo, le sembrava quasi come se non esistesse, Francesca si vantava e Benedetta le dava corda e la incitava.

Lei aveva avuto risultati molto più sbalorditivi rispetto l'amica Francesca, ma Benedetta aveva le luci puntate su quest'ultima e ad Anna non piaceva affatto questa situazione.

L'allenamento prevedeva 3 tipi di esercizi diversi di addominali: crunch, plank e addominali alla sbarra.
Francesca iniziò e al momento degli addominali alla sbarra disse:"Guardate ora quanti addominali riesco a fare, questi li faccio sempre e ogni volta cerco di aumentare il numero!"
Effettivamente era vero, era super allenata per quell'esercizio, ne fece 70, che anche per Benedetta era un traguardo difficile, infatti si fermò a 50 ripetizioni.
Anna purtroppo non era pratica per quel tipo di esercizio, ne fece solo 20, questo perchè aveva più massa muscolare nella parte superiore del corpo rispetto le altre due quindi faceva più fatica a sollevarsi, pur avendo degli addominali veramente allenati.
Francesca sbeffeggiò Anna:"Ma come,alzi tutti quei pesi in palestra ma ad addominali ti batto? mi sa che devi impegnarti un po' di più ahaha".
Anna rispose in modo garbato, ironizzando il tutto, ma dopo quella affermazione dentro di se ribolliva la rabbia verso la sua amica che in quel momento stava odiando e stava per perdere il controllo.

Toccava eseguire l'ultima tipologia di esercizi, cioè le alzate alla sbarra per trazioni.
Francesca fece:"Va bene, inizierò io, guarda Benedetta, sono migliorata anche nelle trazioni, prima non riuscivo a farne neanche una adesso ne riesco a fare 8!"
Iniziò, il suo dorso era pieno di muscoletti, piccoli ma c'erano e si vedevano bene!
Nel frattempo Benedetta commentò:"Guarda che muscoli! brava, continua cosi!"
Riuscì a farne addirittura 9 e poi tutta soddisfatta lasciò la sbarra e tornò dalle amiche mostrando i muscoli della schiena e vantandosi:"Sentite che roba, mi piacciono troppo! Me li guardo sempre allo specchio dopo gli allenamenti!".

Anna era furiosa, l'atteggiamento di egocentrismo di Francesca non le andava proprio giù, questa era la goccia che fece traboccare il vaso.
Benedetta chiese:"adesso tocca a me giusto?" ma Anna la bloccò e disse:"Nono faccio io, spostati anche tu Fra che tocca a me, via!".
Eseguì l'esercizio con ripetizioni molto veloci, come se questo esercizio sembrasse molto facile per lei.

Essendo la maglia prestata da Francesca molto stretta, essa cominciò a strapparsi piano piano, Anna non se ne accorgeva, arrivò a 10 ripetzioni in pochi secondi, poi 20, poi 30 e infine trovò la forza di fare le ultime 10 ripetizioni urlando:"Dai cazzo si!!!!!!!" intanto la maglietta si era quasi tutta strappata e i ragazzi che si stavano allenando lì rimasero a bocca aperta, shockati sia dall'urlo che dalla mostruosa forza di Anna.

Terminò le trazioni... 45!! Poi tutta ansimante e con la maglietta ormai distrutta lasciò la sbarra.
Benedetta disse:"Anna... sei mostruosa! Bravissima!" e anche Francesca si complimentò.
Anna rispose ancora ansimante ad alta voce:"Si... anf... esatto...anf ... queste sono vere trazioni... dai, continuiamo, forza!!" e nel frattempo si tolse quella maglietta brandellata, rimanendo con quel top striminzito che mostrava tutti i suoi
enormi muscoli che erano anche pompati per via dello sforzo e il seno in bella vista.

Francesca e Benedetta si erano ammutolite, eseguivano la parte restante degli esercizi e quando toccava ad Anna la guardavano come due bambine impaurite, i suoi muscoli che si gonfiavano e sgonfiavano
ad ogni ripetizione intimorivano tutti in quel parchetto.
Alla fine dell'allenamento Anna disse:"Fra, ora ti faccio vedere i miei muscoli in pump, altro che le tue gambine da secca!" Fece un doppio flex devastante, i suoi bicipiti erano proprio enormi, per non parlare della schiena, un ammasso di muscoli tutto definito e pompato.
Continuò a dire:"avanti, potete ammirare e toccare!" Francesca e Benedetta si avvicinarono lentamente e ancora intimorite palparono quei muscoli definiti e si complimentarono con lei.

Dopo un po' si calmarono le acque ed Anna tornò in se, chiese anche scusa per la maglietta distrutta, invece i ragazzi che erano lì ad allenarsi erano rimasti ancora di sasso.

Mentre tornarono tutte e tre in macchina, Francesca propose:"Visto che non ci vediamo quasi mai al di fuori degli allenamenti, che ne dite se facessimo una cena? andiamo a mangiare in quel ristorante vicino al ponte che si paga poco e si mangia bene, che ne dite? Però se non vi dispiace porto anche mio marito che altrimenti questa sera è da solo in casa."
Benedetta fa:"Buona idea! avevo proprio voglia di mangiare li" ed Anna un po' titubante, anche perchè si era resa conto della sua espolsione di rabbia di quel giorno, le dava ancora un po' nervoso il comportamento di Francesca e rispose:"Non so, questa sera mi volevo riposare, oggi mi sono stancata molto, penso di aver esagerato con l'allenamento e mi scuso ancora del mio comportamento, ero un po' nervosa oggi".
Ma Benedetta insistette:"Dai Anna ci divertiamo! poi conoscerò anche il marito di Francesca, trascorriamola una bella serata in compagnia!"
Dopo queste parole Anna si lasciò convincere, anche perchè aveva risolto la questione con Benedetta.
Francesca riaccompagnò le due amiche alle proprie case e si diedero appuntamento per orario di cena.

Anna a casa ripensò al comportamento che ha avuto quella mattina, non era da lei, è stata sempre una donna molto calma e pacata, non si era mai lasciata andare in quel modo.
Forse stava diventando gelosa della sua amica? oppure era perchè Benedetta non si interessava più di lei come prima? A queste domande non sapeva rispondere, quindi cercò di metterci una pietra sopra.

Giunse la sera ed Anna decise di vestirsi in modo elegante, portava un abito lungo nero che lasciava scoperte le spalle e le braccia e copriva le gambe fino a sopra il ginocchio.
Comprò quel vestito perchè era uno dei pochi che le stava bene, adesso che era una montagna di muscoli, gli altri vestiti eleganti non le entravano nelle maniche e le stringevano sul torso, purtroppo era uno svantaggio dell'essere un'amante del fitness.
Siccome la sera faceva ancora freschetto indossò anche un coprispalle, sempre nero.
Aveva anche passato la piastra ai suoi capelli, truccata e messa un rossetto rosso, era proprio bellissima!
Anna partì con la sua auto, mentre Francesca e il marito Antonio passarono a prendere Benedetta con la loro.
Si incontrarono tutti più o meno allo stesso orario, Anna giunse prima e vide arrivare da lontano i mancanti 3.
Francesca e Antonio erano vestiti sobrissimi, Francesca portava canotta, shorts e tacchi mentre Antonio camicietta e pantaloni. Anna però scorse da lontano una dea che si avvicinava, una donna vestita con un abitino rosso attillato che aveva un buco al centro del seno, con maniche lunghe, parte inferiore corta fino al sedere e tacco 12 ovviamente rosso.

Era Benedetta! Questo suo look risaltava tantissimo i muscoli delle gambe , quadricipiti e polpacci sembravano scoppiare ad ogni suo passo, e gli addominali erano sempre lì, sotto l'abito che spuntavano fieri.
Ad Anna salì subito l'eccitazione, ma poi si calmò, ripensando anche alle parole rassicuranti di Benedetta, diceva che tra loro ci poteva essere solo amicizia.
Si salutarono e dopo i convenevoli entrarono nel ristorante.
Mentre aspettavano il cibo si misero a parlare; Antonio che non vedeva Anna da molto tempo le disse:"Anna, da quanto tempo non ci rivediamo, cosa racconti?"
ed Anna gli spiegò la situazione, cioè che suo marito Giovanni è dovuto restare più del previsto in piattaforma e che le manca molto, ma l'indomani l'avrebbe finalmente rivisto.

Dentro il locale faceva molto caldo, quindi mentre Anna continuava a parlare della sua vita ad Antonio cominciò a togliersi lo scialle rimanendo con le spalle e braccia scoperte.
Antonio la interruppe subito:"Aspetta, aspetta, scusa se ti interrompo, ma che ti è successo Anna? Mia moglie mi aveva detto che facevi palestra con lei ma non pensavo che fossi diventata così.. così.. tonica!" Era evidente che il livello di eccitazione di Antonio era salito alle stelle, perchè aveva un debole per i muscoli femminili, ma cercò di non mostrarlo.

Anna era un tripudio di muscoli, i tricipiti e bicipiti esplodevano ogni volta che gesticolava e le spalle erano veramente un qualcosa di spaventoso, larghe come una nuotatrice e muscolosissime.
Anna voltò rapidamente lo sguardo su Benedetta, ma lei non la stava guardando, stava invece parlando con Francesca. Le sembrò strano, perchè anche se era sicura al 100% che non poteva esserci nulla tra lei e Benedetta, un minimo di emozione doveva pur mostrarlo alla visione dei suoi muscoli e della sua bellezza di quella sera, ma invece Benedetta sembrava essere come quella mattina, ovvero non la considerava.
Antonio invece continuava a far domande sulla nuova passione di Anna. La serata sembrava divisa in due gruppi di chiacchiere, Francesca e Benedetta da una parte e Antonio ed Anna dall'altra.
Antonio per scherzare disse:"Adesso al posto di Giovanni non ti farei arrabbiare sennò ora come sei gliele puoi suonare di brutto ahahah scherzo ovviamente!"
Poi subito dopo Anna rispose:"Eh si a parte gli scherzi a volte non riesco a domare la mia nuova forza, però mi piace il mio nuovo corpo, mi dà molta più sicurezza" in quel momento Anna fece un piccolo flex dicendo quella frase, e Antonio prontissimo esclamò:"Aspetta aspetta rifai un attimo il muscolo!" così Anna senza farselo chiedere 2 volte fece un flex col destro con tutta la sua forza, ne uscì una palla veramente gigante, sembrava quasi più grande del solito. Antonio lo toccò, gli piaceva veramente tanto, ma senza far sgamare la sua passione, disse:"E' veramente grosso, wow, il mio è piccolo a confronto ahaha!".
Mentre era ancora col braccio flexato Anna, sicura di avere gli occhi di tutti puntati su di lei si girò verso Benedetta, ma ancora una volta lei era distratta da Francesca, parlavano, ridevano e scherzavano.
Questo faceva molto innervosire Anna perchè si sentiva un'altra volta non considerata... (continua)

Offline Femuita

  • Administrator
  • Full Member
  • *****
  • Post: 860
    • Mostra profilo
    • Femuita
Re:La storia di Anna
« Risposta #23 il: 29 Dicembre 2019, 17:19:43 »
Ottima storia, bilanciata ed interessante :) Non vedo l'ora che continui :)
Evviva lo "slancio in quadrupedia"

Offline mastro1234

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 464
    • Mostra profilo
Re:La storia di Anna
« Risposta #24 il: 07 Gennaio 2020, 15:46:54 »
Ottima storia, bilanciata ed interessante :) Non vedo l'ora che continui :)
Grazie!! Io anche non vedo l'ora che continui la storia di Claudia :P ;)