Crea sito

Autore Topic: La sfida di classe  (Letto 2102 volte)

Offline TheMuscleGG

  • Newbie
  • *
  • Post: 240
    • Mostra profilo
La sfida di classe
« il: 26 Giugno 2016, 15:54:12 »
Seguito de "La sfida di famiglia":

Elena era diventata la più forte della famiglia, e questo le piaceva molto. A scuola invece, nessuno sapeva nè del suo cambiamento, nè di quello delle sorelle. Andando a scuola in questo mese, infatti, indossarono sempre dei vestiti più grandi per non dare a vedere i cambiamenti. Ma ora il mese era passato, non avrebbero potuto tenerlo nascosto per sempre. Anzi, Elena voleva essere ammirata. Voleva che si sapesse essere lei la più forte. Non si fece problemi a presentarsi a scuola con vestiti della sua taglia che mostravano benissimo la sua massa muscolare.
"Oh mio Dio, Elena! Sei... sei..."
"Fortissima?"
"Già! Avevo notato che c'era qualcosa che non andava negli ultimi giorni."
"Forse intendevi qualcosa che andava! Sto benissimo!"
Flesse a più non posso tutti i muscoli, uno spettacolo che i suoi compagni non avevano mai nemmeno immaginato di vedere!
"Uao, che muscoli! Posso toccare?"
Molti dei suoi compagni erano affascinati, ma pochi avevano il coraggio di parlarle. Altri erano indifferenti o arrabbiati. Le ragazze, d'altro canto, erano tutte affascinate. Gridavano con orgoglio 'potere femminile'.
Elena era al settimo cielo. Chi voleva l'adorasse l'adorava, e chi voleva fosse invece arrabbiato, lo era. Iniziò a stuzzicare spesso i maschietti della classe.
"Chi è il sesso debole? Sarei io? Possibile? Credo di no!"
Forse si era un po' montata la testa... ma se lo poteva permettere! Sorse però anche qualche problema.
Non poteva più giocare a molti giochi con le amiche. Era fin troppo avvantaggiata per ogni attività sportiva, e anche altri dei loro giochi per via del suo sviluppatissimo fisico.
"Elena, ogni volta che dobbiamo fare le squadre tutti vogliono te! Mi dispiace ma così non si può giocare."
"Ma non è giusto!"
Di lì a pochi giorni, Elena ebbe un'idea. Usare la pozione sulle sue amiche. A casa, il padre era ancora arrabbiato perché le figlie avevano usato senza il suo permesso la pozione mentre era fuori città. Sfortunatamente, doveva continuare a lavorarci e per forza di cose doveva, diciamo, portarsi il lavoro a casa. Elena chiese aiuto al fratello Zack per trovare dove l'avesse nascosta. Pur titubante all'inizio, specialmente perché credeva che Elena la volesse usare per se, aiutò la sorellina. I due riuscirono nell'intento. Tornata quindi a scuola il giorno dopo, espose a Priscilla, sua amica cosa aveva in mente.
"E se non fossi più l'unica forte della classe?"
"Che vuoi dire?"
"Ho con me la pozione che mi ha aiutata a diventare così."
"Cooosa?"
"Ssshhh, stai zitta! Non lo deve sapere nessuno!"
"E' solo per me?"
"No, visto che facciamo alcuni giochi a quattro squadre ci servono almeno altre tre ragazze al mio livello. Solo amiche fidate però."
"Va bene, come funziona?"
Elena spiegò che si sarebbero dovute comunque allenare e che avrebbe prestato loro attrezzi suoi e delle sorelle. Diede anche loro un programma da seguire, simile al suo, ma con qualche esercizio in meno: voleva che le sue amiche diventassero più forti, ma mica al suo livello! Infine consigliò loro di venire a scuola come aveva fatto lei nell'ultimo periodo, ossia con vestiti che non mostrassero tanto facilmente il cambiamento, e di svelare tutto a mese passato.
Così, Elena diede la pozione alle sue più care amiche:
Priscilla, 10 anni, capelli rossi ricci lunghi fino alla schiena, occhi azzurri, alta 1,46 m
Sofia, 11 anni, capelli neri lunghi fino alle spalle lisci, occhi neri con occhiali, alta 1,51 m
Eliana, 10 anni, capelli biondi ricci lunghi fino alle spalle, occhi neri, alta 1,47 m
"Ora diventeremo forti come te!"
"Forse, forse. Dipenderà da voi."
Ovviamente le tre iniziarono subito ad allenarsi, ognuna a casa propria, ma il pomeriggio si vedevano spesso a casa di una di loro per allenarsi assieme. Questo però senza Elena, che era ancora in punizione.
"Hai portato il programma di Elena?"
"Si, e l'ho anche modificato."
"Ma no, Sofia, perché? Con quel programma diventeremo forti come Elena!"
"Ma io voglio esserlo di più."
"Dici che è possibile?"
"Lo faremo diventare possibile. Perché deve essere lei la più forte?"
"Ma ci ha dato il suo programma, se lo seguiamo per bene saremo forti uguali."
"Voi fate come volete, io mi allenerò al massimo."
"Eh, no, non vogliamo mica restare indietro noi. Ci alleneremo seguendo il tuo programma."
Così le tre amiche iniziarono ad allenarsi più di quanto Elena avrebbe voluto, rischiando di diventare più forti di lei. I giorni passarono, e le tre iniziarono a vedere i primi risultati. Si sfidavano a braccio di ferro per constatare chi fosse la più forte. Nei primi giorni Eliana e Sofia erano in vantaggio su Priscilla, ma dopo un po', Sofia si allontanò anche da Eliana, la quale iniziò a rattristirsi quando pure la ex più debole Priscilla la superò. Dopo due settimane, non potevano che indossare vestiti belli grandi per nascondere i muscoli. A scuola Elena era molto curiosa. Era seduta giusto dietro Sofia, quindi un giorno le chiese di tastare il braccio. Le sussurrò mentre lo toccava.
"Uao, sei già molto muscolosa. Induriscilo."
Sofia lo fece, e il bicipite divenne grosso abbastanza da far sentire il rumore dello strappo della manica, ma lo strappo non fu evidente, anzi.
"Uao, è davvero grosso. Mi sa che dovrai indossare vestiti ancora più grandi."
"Ehi, silenzio. Se volete parlare aspettate la fine delle lezioni."
E infatti durante l'intervallo le amiche andarono in un posto appartato per parlare ancora.
"Fatemi vedere, dai, toglietevi le magliette."
A torso semi nudo, le tre sembravano davvero mostruosamente forti. Ancora lontane dal livello di Elena, ma si avvicinavano paurosamente. Infatti, ora, le tre erano:
Priscilla, 10 anni, alta 1,47 cm, bicipite 31 cm, polpacci 29 cm, 6 pack
Sofia, 11 anni, alta 1,52 cm, bicipite 33 cm, polpacci 32 cm, 4 pack
Eliana, 10 anni, alta 1,48 cm, bicipite 30 cm, polpacci 29 cm, 6 pack
Contro la mastodontica
Elena, 10 anni, 1,50 cm, bicipite 53 cm, polpacci 47 cm, 8 pack
Elena era fiera, ma allo stesso tempo impaurita. I progressi le sembravano troppi per il programma che aveva dato loro. Ma forse pensò essere la sua immaginazione. Dopotutto, non era così pratica da capire effettivamente se avesse o no ragione.
Nelle due settimane successive comunque, tutte e quattro continuarono ad allenarsi, ma Elena non aveva gli effetti della pozione dalla sua parte. Iniziò ad intensificare gli allenamenti, ma questo la portò a stancarsi più in fretta e farla tornare ad allenare come suo solito. Le tre invece riuscirono ad intensificare un po' gli allenamenti senza troppi problemi. Ma ad Eliana non andava di essere rimasta indietro.
"Però non è giusto, perché voi due siete più forti di me?"
"E che ne so io. Tu impegnati di più."
"Ma io mi impegno."
"Senti, non te la prendere, magari le cose cambieranno... e poi, sarai comunque più forte di Elena."
"Davvero?"
"Te lo assicuro. E ora, dai, solleva quei pesi e vedrai i tuoi bicipiti scoppiare."
"Va bene Sofia, ti credo."
Le tre erano in competizione tra di loro, ma erano lo stesso buone amiche. Il tempo passò, e il mese terminò, così l'allenamento con la pozione, così la punizione di Elena.
Il giorno era ormai giunto, ed Elena poté vedere i risultati. Di nuovo come l'altra volta, si nascosero, e paragonarono i loro corpi.
"Ve lo dico da subito, anche io sono migliorata. Ora i miei bicipiti sono grandi ben 54,5 cm. E i polpacci arrivano a 49. Quindi non mettetevi a piangere se sarete meno forzute di me."
"Davvero? Beh, lo stesso vale per te."
Le tre si sfilarono quindi i vestiti e Elena era davvero sbalordita nel vedere i loro corpi.
Eliana, 10 anni, alta 1,49 cm, bicipite 55 cm, polpacci 49 cm, 6 pack
Sofia, 11 anni, alta 1,53 cm, bicipite 57,5 cm, polpacci 52,5 cm, 4 pack
Priscilla, 10 anni, alta 1,48 cm, bicipite 59 cm, polpacci 54 cm, 6 pack
Elena non poteva crederci!
"Ma... com'è possibile?"
"Abbiamo intensificato gli allenamenti!" disse Sofia.
"E perché mai?!"
"Come perché? Ma ci hai viste?" disse Priscilla flettendo a più non posso i bicipiti! E che bicipiti! Montagne sorgevano davanti alla povera Elena, che era ora 'solo' la quarta ragazza più forte della scuola.
"Ma siete mie amiche, come avete potuto farmi questo?" Lo diceva, pur sapendo di essere stata lei la prima a dar loro programmi meno efficaci di quello usato da lei.
"Niente di personale, Elena, volevamo diventare solo più forti di te, non immaginavamo di arrivare a tanto, però... si sta benissimo così!"
Elena non poteva accettarlo.
"Avrete anche muscoli più grossi, ma sono certa di essere più forte di voi!"
"Davvero? Scopriamolo?"
E quale modo migliore se non il classico braccio di ferro? Elena e Eliana furono le prime, mentre Sofia e Priscilla andarono a chiamare gli altri. In un primo momento, erano esterrefatti da i nuovi corpi delle amiche, ma poi riuscirono a far distogliere loro lo sguardo per assistere alla sfida. Elena era furibonda, ma era anche contenta che tutti potessero assistere, perché era certa della sua vittoria... perlomeno contro Eliana! La sfida iniziò ed entrambe spinsero da subito a più non posso! I bicipiti di entrambe sembravano esplodere! Alcuni coraggiosi compagni si avvicinarono per toccarli. Eliana si fece tutta rossa, Elena non si lasciò distrarre. Ce la misero tutta entrambe, ma la sfida avrebbe visto una sola vincitrice. Forse fu la rabbia, ma Elena riuscì a battere Eliana dopo alcuni minuti.
Sofia e Priscilla non sembrarono sorprese. Erano piuttosto preoccupate per Eliana, pensando che, conoscendola, si sarebbe messa addirittura a piangere. Invece si avvicinò alle amiche tutta contenta.
"Ho resistito così tanto contro Elena! Pazzesco! Sono fortissima!"
Questa sfida rese Eliana più sicura di sé, tanto che si lasciò andare ad uno show dei suoi muscoli, facendosi toccare dagli altri... ma divenne rossa quasi subito smettendo.
Era ora il turno di Sofia che, molto più sicura di sé, decise di usare solo parte della sua forza. Appena iniziata la sfida però dovette guardare in faccia alla realtà. Elena non era una dilettante, e aveva forza da vendere. Sofia quindi si impegnò al massimo. I loro bicipiti sembravano esplodere! Sofia dopo qualche minuto si portò in vantaggio, ma poi tornarono a una situazione di parità. Sofia spinse più forte di prima (dove tirò fuori quella forza non si sa!) portando Elena quasi al limite! Ma Elena non voleva arrendersi, e cominciò a spingere ancora di più di Sofia. Il suo bicipite sembrava cresciuto dall'inizio della sfida, e la forza con lui. Elena, anche se piano piano, riuscì a ribaltare le sorti dell'incontro vincendo anche il secondo round. Era giunto il momento di Priscilla.
"Va bene, che ne dici di rimandare la sfida a domani, Elena?"
"Così che tu possa allenarti? Certo che no, ci sfidiamo ora!"
"Ma che dici, lo faccio per te, sarai esausta, dopo due sfide."
"Non ti preoccupare, mettiti... anf... in posizione."
"Dai, aspetta almeno 5 minuti."
"Uff... e va bene."
Durante quei 5 minuti, Sofia ed Eliana si misero a parlare con i loro amici, che ora conoscevano questo segreto. Un sacco di ragazze chiesero loro di allenarle, al ché i ragazzi le guardarono un po' spaventati. Priscilla invece rimase in disparte, pensierosa per la sfida. Sapeva di avere i muscoli più grandi di tutte, ma si era resa conto che questo non voleva necessariamente dire essere anche la più forte. Poi però ripensò al giorno prima, quando lei e Sofia si sfidarono a loro volta a braccio di ferro. Priscilla riuscì a battere Sofia senza troppi problemi. Non era forse una prova sufficiente a dimostrare che anche tra lei e Elena ci sarebbe stato un bel divario?
I 5 minuti trascorsero, e le due erano pronte alla sfida. Prima di cominciare si guardarono negli occhi per qualche secondo. Al via di Sofia, le due spinsero con tutta la forza (come potevano fare altrimenti?). Per un po' rimasero immobili, ma ci volle meno tempo che nella sfida precedente per far vacillare Elena. Elena si arrabbiò ancora per cercare di vincere anche questa sfida, ma dopo un accenno iniziale, non riuscì più a smuovere Priscilla, finché non fu quest'ultima a battere Elena. Priscilla non sembrava molto contenta. Era sicura che Elena fosse ancora molto stanca dalla sfida di prima. Aveva anche un altro dubbio.
"Elena, aspetta non andare!" Le gridò Priscilla.
"Che c'è?"
"Posso misurarti il bicipite?"
"Ok, ma perché?"
"Tu aspetta..."
Priscilla prese il metro e lo avvolse attorno al bicipite ultra pompato di Elena.
"Sono 56 cm."
"Ma non è possibile! Poco fa misurava solo 54,5."
"Lo so, eppure è così. Ho notato che durante tutte le sfide, impegnandoti sei riuscita a diventare più forte. Non so se sei tu ad essere speciale, o è un qualche contro effetto della pozione.
"Beh, anche voi vi siete sforzate, misurateveli anche voi."
E lo fecero, ma non ci fu alcuna differenza da prima.
"No. Solo i tuoi muscoli sono più grossi. Sei davvero incredibile."
"Ma ho perso lo stesso contro di te."
"Beh, si... ma eri stanca... e poi siamo amiche. Sono sicura che non ce l'hai messa tutta."
"Mmhh... può darsi."
"Siamo ancora amiche?"
"...ma certo. E lo saremo sempre."
E le quattro amiche si abbracciarono affettuosamente, prima di tornare in classe. La campanella era in realtà suonata da qualche minuto, ma l'insegnante non ebbe il coraggio di dir loro nulla. Ma chi l'avrebbe fatto?
Da quel giorno le quattro non si nascosero più nulla, e si allenarono sempre insieme. E qualche volta con le sorelle di Elena.



Offline marcoscafu

  • Full Member
  • ***
  • Post: 599
    • Mostra profilo
Re:La sfida di classe
« Risposta #1 il: 27 Giugno 2016, 11:46:07 »
me le ero perse queste due storie!!!
bravo molto belle, anche se forse con 6 nomi prima e altri 3 poi è un po' complicato seguire la storia perchè, almeno io, devo sempre tornare sopra a rivedere i nomi, solo dopo molto si imparano almeno 2 o 3 dei personaggi
comunque ottimo, perchè non la continui? ma in tempi brevi, non farci attendere un anno, se hai la "penna" calda sfruttala ;)

Offline TheMuscleGG

  • Newbie
  • *
  • Post: 240
    • Mostra profilo
Re:La sfida di classe
« Risposta #2 il: 28 Giugno 2016, 10:01:38 »
me le ero perse queste due storie!!!
bravo molto belle, anche se forse con 6 nomi prima e altri 3 poi è un po' complicato seguire la storia perchè, almeno io, devo sempre tornare sopra a rivedere i nomi, solo dopo molto si imparano almeno 2 o 3 dei personaggi
comunque ottimo, perchè non la continui? ma in tempi brevi, non farci attendere un anno, se hai la "penna" calda sfruttala ;)
Grazie! La verità é che ci ho lavorato per un po' perché ho avuto poco tempo. Se la continuerò però cercherò di essere più veloce stavolta.

Offline marcoscafu

  • Full Member
  • ***
  • Post: 599
    • Mostra profilo
Re:La sfida di classe
« Risposta #3 il: 21 Agosto 2016, 13:57:47 »
ti sei fermato :(
dai che ci piaceva sta storia!!!