Crea sito

Autore Topic: Jennifer...e dintorni 6  (Letto 1622 volte)

Offline pc4ever

  • Newbie
  • *
  • Post: 141
    • Mostra profilo
Jennifer...e dintorni 6
« il: 15 Gennaio 2019, 19:24:50 »
Passò qualche giorno ed arrivò il weekend e le sorelle si svegliarono a causa di un'insolita unione di voci. Jennyfer si alzò ed andò a controllare. In lontananza vide gli zii e capì che erano loro che erano andati a trovare la famiglia. Tornò in stanza e lo disse alle sorelle che un po' scocciate si alzarono e si prepararono. Quando furono pronte, andarono in salotto a salutare: "Ciao, da quanto tempo! Come state?". La famiglia era composta dagli zii e da 3 cugini, 2 ragazze ed un ragazzo. Si abbracciarono e cominciarono a discutere del più e del meno. In un punto morto della discussione Roberta, la cugina più grande, toccandosi le gambe dice "Mamma mia che dolore alle gambe" e Lavinia domanda "Come mai?" "Sai, mi sono data alla palestra e sto trovando grandi soddisfazioni". "E come mai questa scelta?" "Una storia d'amore finita male. Avevo bisogno di uno sfogo e la palestra si è rivelata perfetta. Mi è piaciuta e ho continuato, e adesso non ho più intenzione di fermarmi, visti i risultati" "Cosa vuoi dire? Hai intenzione di partecipare a gare di fitness o robe simili?" "No no, mi sto solo dedicando di più al mio corpo, anche se non avrei nulla da invidiare alle partecipanti" "Ora non esageriamo. Capisco la passione e la dedizione, ma chi partecipa lo sceglie come stile di vita" "Ah sì?" e così dicendo, con un mezzo sorriso le prende la mano e la porta sul quadricipite e lo indurisce. La faccia di Lavinia cambia improvvisamente, ciò che toccava sembrava un pezzo di marmo. "Allora? Che ne pensi?" "Penso che tu stia facendo un ottimo lavoro. Te la puoi quasi battere con Jennyfer!" "Vabbè lei ha sempre fatto ginnastica, era avvantaggiata in passato. Ma ora non lo so..." Jennyfer, che stava assistendo alla discussione, si sente subito chiamata in causa "Non pensare che qualche mese di palestra possa valere anni di duro allenamento" "Beh, intanto è qualche anno, non qualche mese. Comunque ti direi di non esserne tanto certa" Jennyfer era un po' indispettita e ribatte "Va bene, l'hai voluto tu. Vieni di là" e così dicendo si alza e va in cucina. La ragazza convinta dei suoi mezzi la segue ed anche le altre ragazze. Jennyfer arriva al tavolo e si mette in posizione di braccio di ferro "Vediamo adesso chi è messa meglio". Lei era vestita con la tuta da casa, mentre Roberta con una maglietta e un jeans. Si avvicina al tavolo e accetta la sfida. Partono. All'inizio non spinge nessuna delle due, convinte di essere superiore all'altra. Piano piano aumentano la spinta entrambe, ma dopo 30 secondi c'è ancora una situazione di parità. A un certo punto qualcosa si smuove e Jennyfer comincia a prendere terreno. La cosa dura poco, perché Roberta riesce a bloccare la spinta e a riportare la situazione in equilibrio, per poi dare una spinta in più e portarsi in vantaggio. Jennyfer, ferita nell'orgoglio, dà fondo a tutte le sue risorse e si rimette in vantaggio, ma Roberta con molti sforzi si riporta avanti e dopo qualche piccola spinta appoggia il braccio della cugina sul tavolo. Sono tutte incredule, a partire dalla sconfitta, ma Lavinia e Giusy lo sembrano ancora di più, conoscendo la forza della sorella. "Allora, ora sei convinta? O ti serve altro?" A quel punto Jennyfer, senza fiatare, mette il braccio sinistro sul tavolo e fa capire che vuole rinnovare la sfida, col braccio opposto. "Sei testarda, ok" e Roberta la segue. Anche qui, dopo la partenza, prevale la situazione di parità, con Jennyfer che prende vantaggio e Roberta che la rimonta e la supera. Anche qui Jennyfer riporta la situazione in equilibrio e dando fondo a tutte le sue energie spinge e vince la sfida. "Ora si ragiona, è stato un caso quello di prima" "Non sono sicura. Semmai è stato questo un caso, visto che ieri ho fatto braccia non sono al 100%!" Le sorelle spalancano gli occhi e Jennyfer dice "Sì vabbè non ci credo!" "Non ti prendo in giro" Roberta si avvicina a Jennyfer e fa un bellissimo flex. La maglia non è aderentissima, ma da sotto si vede qualcosa. A quel punto viene naturale a Jennyfer allungare la mano e toccare. La cugina non si sottrae anzi rafforza il flex. "Complimenti, è molto duro. Ma secondo me io sto messa meglio" e nel dire così si toglie la parte di sopra della tuta e fa un flex anche lei, che rivela un bellissimo bicipite, con la forma di una "piccola" palla. "Tocca e vedi un po'" Roberta non se lo fa ripetere e prova a stringere, incontrando però una resistenza inaspettata. "Allora? Che ne dici?" "Che la ginnastica è servita parecchio, ma comunque ti ho battuto!" Anche le altre volevano essere partecipi, così Jennyfer dice "Facciamo decidere loro. Mettiamoci in situazione pari e vediamo". Chiaramente Roberta non poteva togliersi la maglietta, quindi Jennyfer decide di indossarne una. Ma nel fare ciò, ne prende una di qualche anno prima, in modo da far risaltare i muscoli e le forme. "Quando volete" "Via" dice Giusy. Entrambe flettono in destro e quello di Jennyfer risalta di più, le ragazze vengono invitate a toccare con mano e non ci pensano su due volte. I bicipiti sono di pari valore e durezza. Allora flettono solo il sinistro, ma anche là la situazione è alla pari. Allora Jennyfer propone di fletterli insieme, Roberta acconsente. Appena le ragazze aprono le spalle e flettono i bicipiti, si sente uno "strap". Era la maglia di Jennyfer che aveva fatto l'effetto desiderato. "Ops, che sfortuna!" Tutte erano con gli occhi spalancati che guardavano la diciassettenne. "Direi che questo può bastare" così la sfida a braccio di ferro perse di valore e le ragazze, che non si erano accorte dello stratagemma della maglia, decisero che era ancora Jennyfer la migliore.



Offline BellyPunchLover

  • Beginner
  • Post: 12
    • Mostra profilo
Re:Jennifer...e dintorni 6
« Risposta #1 il: 26 Gennaio 2019, 17:28:10 »
Comunque credo che questa sia la mia serie preferita ormai ❤️