Crea sito

Autore Topic: Esperienze indimenticabili e decisamente fuori dal comune  (Letto 3622 volte)

Offline Admiral

  • Beginner
  • Post: 18
    • Mostra profilo
Re:Esperienze indimenticabili e decisamente fuori dal comune
« Risposta #15 il: 07 Aprile 2019, 22:30:18 »
Alla fine, anche su suggerimento di qualcuno di voi, ho deciso di vedere Alessandra.
Ha fatto da qualche mese 31 anni e ormai è un po' che non la vedevo. Sui social non è per niente una che si mette in mostra; ha qualche foto striminzita su facebook e non ha instagram quindi non avevo idea di come potesse essere adesso.
Ci siamo visti in un bar e quando mi ha visto mi è venuta incontro e mi ha abbracciato.
"Finalmente, speravo accettassi, avevo voglia di vederti dopo tutto questo tempo". Ormai non nasconde più la sua forza, l'abbraccio sprigionava potenza allo stato puro e mi ha confermato che gli allenamenti non erano terminati.
Siamo entrati in bar e abbiamo bevuto qualcosa, parlando del più e del meno.
"Allora Ale che mi racconti? E' una vita che non ci vediamo, ti avevo detto di mandarmi qualche foto ma non me le hai mai mandate!"
"Se te le avessi mandate saresti corso da me e non era quello che volevamo!"
Questa risposta mi ha fatto quasi andare di traverso la bevanda...
"Quindi deduco che tu ti sia allenata molto"
"No, purtroppo non ho molto tempo..dall'anno scorso ho cambiato lavoro e adesso finisco tardi e molte volte purtroppo non riesco ad allenarmi la sera! Tu invece in questi anni hai continuato a fare un po' di forza visto che l'ultima volta stavi partendo bene?"
"Non tanto Ale purtroppo ti ho detto che da quando mi hanno promosso al lavoro anch'io finisco tardi. Vorrei allenarmi a casa, ma il più delle volte sono proprio stanco!"
"Capisco. Purtroppo è molto una questione di volontà altrimenti la routine vince. Io ho dovuto scegliere e ho deciso di concentrarmi sulla forza. Tutto su quel focus. Niente diete, bulk, ecc..mangio normale e non faccio tanto caso alla massa, anche perché come sai non ho mai voluto ingrossarmi tanto. Già la pallavolo ha fatto il suo alle gambe! Ho un programma centrato sulla forza di tutto il corpo, gambe, spalle, braccia, addome e anche mani e polsi. Ho anche aggiunto ultimamente un po' di free climbing amatoriale. Unito ad esercizi mirati rende le mani vero acciacio!"

Mentre continuavamo a parlare avrei voluto chiederle di darmi prova dei risultati ma il locale era davvero affollato e non mi sembrava il caso di farmi umiliare a braccio di ferro davanti a tutti XD.
Poi ad un certo punto lei è andata in bagno e al suo ritorno si è avvicinata al mio orecchio e mi ha detto:
"Sei sempre stato bravo a resistermi, nonostante mi sia spinta a raccontarti i dettagli più intriganti, ma non posso credere che tu non voglia vedere quanto forte sono adesso!"
"Ale...ci provo, ma quando fai così di certo non mi aiuti, anche perché qui dentro cosa vuoi che ti dica di fare?!"
"Hai ragione. Andiamo da me, tanto i miei non si sono. Siamo soli per circa tre ore se vogliamo"
...probabilmente avrà notato il mio cambio di sguardo...
"Tranquillo non devo violentarti...io rispetto sia il mio legame che il tuo, ma un ritrovo di vecchi amici non fa male a nessuno! Sali in macchina e ci vediamo da me"

Dal locale erano solo dieci minuti circa di strada per arrivare a casa sua e quindi ci siamo diretti lì.
Arrivati in salotto ci siamo tolti i cappotti e lei addosso aveva una felpina e i jeans.
"Vado su un attimo. Tra cinque minuti sali"

Dopo circa cinque minuti sono salito in camera sua. Non era nuda (per fortuna) ma si era messa dei leggins di pelle e un top nero con un nodo al fianco. Quel tipo di top enfatizzava di molto la sua terza misura abbondante e lasciava vedere l'addome. I leggins invece non riuscivano a nascondere le bellissime gambe affusolate e i polpacci molto sviluppati. Ovviamente il top era senza maniche e scopriva anche il giro spalla. Secondo me l'aveva scelto apposta XD
Non era aumentata di muscoli ma era molto definita. Le braccia e le spalle ricordavano un libro di anatomia. Era bellissima. Sprigionava forza e sicurezza.
"Come mi trovi?"
"Stai davvero bene. Non ci sono parole Ale sei davvero unica!...sono un po' in difficoltà"
"Dai tranquillo siamo io e te, sai che ti voglio bene quindi sappiamo che non possiamo scopare, ma io però ricordo bene ancora un sapore che da troppo tempo non sento più! Quello lo vorrei tanto!
"Ale non so se è una buona idea!"
"Ok allora adesso facciamo un giochetto...io non ti tocco; devi solo guardarmi. Se riesci a non avere un erezione mi rassegno. Se vedo spuntare il cazzo dai pantaloni invece ti faccio un pompino come solo io so fare e avrò quello che voglio tutto per me!
"Posso rifiutarmi?"
"Non credo...perché se rifiuti ti scaravento sul letto e ti strappo i pantaloni!...Quindi concentrati!"

A quel punto mi si è avvicinata ad un palmo dal viso e ha cominciato ad arricciare le labbra e a tirare fuori la lingua. Poi si è seduta sul letto si è tolta i pantaloni e il perizoma e ha cominciato piano piano ad aprile le gambe. Come al solito era tutta depilata. Una figa impressionante...e io cercavo di non guardare fisso..
"Devi guardarmi zuccherino!"

Ha cominciato a sfiorarsi con le dita poi si è nuovamente avvicinata e ha sfiorato il dito sulle mie labbra. Lì poi si è girata e si è tolta il top. Una schiena pazzesca. Anche non toccandola si vedeva che era di marmo.
Mi ha guardato e mi ha flexato entrambi i bicipiti. Li purtroppo pensare ad altro era impossibile e ho ceduto.
"E' il tuo cazzo quello che vedo li spuntare fuori..guarda guarda...sembra che il gioco sia finito! Ora il premio.
"Ale dai non mi sembra il caso!"
"Shhh...lo sappiamo io e te. Tu non stai facendo nulla. Io sto facendo!"
"Si ma Ale il tuo ragazzo..."
"Il mio ragazzo ha il mio cuore, ma non si vive di solo sentimento. Sarà più allenato di te, ma con me non ce la fa ancora e il suo cazzo, devo dirlo, non è buono come il tuo. Ha tante altre qualità. Dai zuccherino tiriamo giù questi pantaloni che lo succhiamo un po'"
"Ale non sono sicuro!"
"Ahh ho capito, stai facendo il difficile perché così è troppo facile..ok giusto! Allora vieni di qua mettiti sul letto. Ok adesso io mi metto davanti alla porta. Se riesci a uscire dalla camera ti lascio andare. Sennò sei mio"

Ho cercato di distrarla e mi sono fiondato alla porta, ma lei mi ha stretto il bacino e lanciato sul letto.
"In questi anni alzo molto di più di prima e tu pesi poco tesoro! Ti sollevo senza fatica."
E' saltata sul letto e mi ha bloccato i polsi.
"Dai Ale cavolo come puoi essere così forte!"
"Allenamento zuccherino...nessun super potere strano. Tre volte a settimana di arrampicata e pesi sempre più pesanti fino allo sfinimento. Il tempo e la costanza fanno il resto. E anche un po' di fortuna che il fisico risponde bene"
Non riuscivo a muovermi. Ero inchiodato al letto.
"Ora sta fermo che ti devo spogliare!"
Quando ha slacciato la cintura ho fatto uno scatto giù dal letto e verso la porta ma lei mi ha raggiunto e tirato per un braccio di nuovo sul letto. La presa era impressionante. Non c'era granché da fare.
"Dai tesoro che so che lo vuoi anche tu! Non preoccuparti. Voglio solo che tu venga nella mia bocca. Ti ho promesso che non ti scopo, ma un po' di sano erotismo fa bene alla vita"
Così dicendo mi ha tolto i pantaloni e ha cominciato a leccarlo avidamente
"C'è più di un erezione qui vedo...non venire subito eh!"
Ha cominciato a fare un su e giù da paura; solo bocca e lingua.
"Lasciami fare o te lo mordo! Tu goditelo! che così te lo faccio solo io"
Ha aumentato la velocità e dopo poco ha avuto quello che voleva.
"Ahh che ricordi! Non è molto però...hai scopato ieri ehh! Bravo! Speravo fosse di più"

Ha continuato a leccarlo fino a completo rilassamento e poi ha cominciato a rivestirsi.
"Allora..ti è dispiaciuto così tanto il sacrificio!?"
"Non è quello Ale lo sai...Fosse per me ti scoperei anche adesso e tutti i giorni a seguire. Ma non è quello che dobbiamo fare!"
"Hai ragione. Proprio perché non siamo insieme riusciamo a mantenere l'elettricità! Scusa se mi hai percepito prepotente, ma davvero mi mancava molto! E' come una dipendenza!"

Siamo scesi e mi sono messo il cappotto.
"Ah guarda qua il tuo amico ceppo...aspetta che ti faccio vedere una cosa!"
Si è avvicinata al ceppo e l'ha sollevato, ma poi l'ha tenuto con un braccio solo...
"Bel cambiamento eh!? riesco a tenere bene."

Non avrei mai potuto resisterle.
"Ero quasi sicura di essere molto più forte di te visto che ti sei allenato meno...ho fatto un po' la stronza...ma io sono così lo sai!" e mi la leccato il labbro.
"E non è finita! il climbing fa miracoli agli addominali. Tirami un pugno al massimo della tua forza in centro!
"Ale ma cosa dici?"
"Dai..su fai vedere che un po' di forza ti è rimasta!

Ho provato a tirarle un pugno
"Dai questa è una carezza...mettici forza..dai non mi faccio male"

Ho riprovato molto forte, ma i suoi addominali erano acciaio.
"Ale sei fortissima...complimenti! Non ho parole"

"E' stato bello rivederti"
"Anche per me Ale..! tanto"

Ci siamo salutati e mi sono diretto alla macchina.
"Attento ad invitarmi agli spettacoli comunque...potrei scoparti in camerino hahahaha!!"

Rimarrà unica sempre e comunque raga. Alessandra è Alessandra. E si vive una volta sola.
Probabilmente quelle poche volte che ci vedremo ancora me la riscoperò senza un domani.
« Ultima modifica: 07 Aprile 2019, 22:41:35 da Admiral »